Il sostegno a distanza crea un filo diretto tra le tante famiglie italiane che hanno fatto questa scelta d’amore e i bambini che grazie a loro stanno avendo l’opportunità di andare a scuol100G006(3) - lettera, ricevere cure e affetto.

Il sostegno a distanza crea un legame profondo. Quando i Paesi in cui vivono questi bambini vengono colpiti da guerre o da epidemie, come è avvenuto recentemente nella  Sierra Leone devastata dall’ebola, la preoccupazione è tanta anche qui in Italia.

Nei mesi scorsi, molte sono state le famiglie che ci hanno contattati per avere notizie aggiornate ed essere rassicurate sui bambini in Sierra Leone. Tante famiglie hanno deciso di mandare loro un segno di vicinanza, scrivendo una lettera o inviando dei disegni, nella speranza di dare un po’ di sollievo e regalare un sorriso.

100G056 - letter(3)

Sidique, sostenuto a distanza da Filippo e dalla sua famiglia dal 2013

Poi le scuole hanno riaperto, e le lettere e i disegni di Arianna, Barbara, Filippo e i suoi  figli, e di tanti altri sostenitori sono state consegnate ai “nostri” bambini della Sierra Leone.

Che meraviglia, sono commosso dalla felicità. Spero che presto riapra la scuola e che anche i suoi famigliari stiano bene”, ci ha scritto di getto Filippo, quando ha saputo che Sidique, il bambino che sostiene dal 2013, sta bene.

Willam, Sidique e gli altri bambini sanno di non essere stati abbandonati e di essere presenti nel cuore delle famiglie italiane che li stanno seguendo.

Il loro sorriso è un grazie sincero per tutti coloro che hanno avuto un pensiero speciale per loro.

Leggi le altre testimonianze di adozioni a distanza raccolte in Sierra Leone