Iris_1Sono Iris e, insieme a Diana, Claudia e Luisa, faccio parte della squadra del Sostegno a Distanza di COOPI.

A dicembre volerò in Etiopia: porterò con me la felicità di tutti i nostri donatori che sostengono un bambino a distanza, del quale ci raccontano i progressi ogni volta che ci scrivono una loro testimonianza.

Per questo viaggio speciale, con partenza da Milano e arrivo ad Addis Abeba, non ho aspettative, ma tanti desideri che si intrecciano.

Essere una buona compagna di viaggio per Raffaella.

Come sapete, ho conosciuto di persona Raffaella, la vincitrice del nostro concorso, solo qualche giorno fa, e per entrambe sarà la prima volta in questa città il cui nome in amarico significa “nuovo fiore”.

Nuovo come il viaggio che mi attende, perché in Etiopia non ci sono mai stata. In uno dei suoi libri, “L’Africa non esiste”, Gianni Biondillo descrive Addis Abeba: qui ci sono gli slum, le bidonville, ma anche grattacieli e cantieri dappertutto.

Sarà così diversa lì la vita? O in realtà tutti noi siamo più vicini di quanto non crediamo? Il mio desiderio è scoprire anche questo.

Desidero anche conoscere tutti i bambini che sosteniamo a distanza, chiacchierare con i loro insegnanti e con gli operatori sociali dei tre centri Faivs, San Giuseppe, SCCMA: questo sarà il modo più bello per comprendere a pieno la realtà in cui vivono, scoprire cosa abbiamo in comune e cosa ci rende diversi.

Ecco forse il desiderio più grande: raccontare in tempo reale le tappe di questo viaggio guardando intorno a me con gli occhi di tutti coloro che sostengono un bambino a distanza. Vivrò insieme a loro e per loro l’emozione dell’incontro di Raffaella con Ephram e vi racconterò come il sostegno a distanza sta cambiando concretamente la sua vita e quella di tutti i bambini che stiamo aiutando. Vi racconteremo le sfide che affrontano ogni giorno, ma anche le loro speranze e i loro sogni per il futuro.

Auguro a tutti noi buon viaggio, che sia tutto all’insegna dell’incontro, con l’apertura alla sorpresa e al piacere della diversitá.

Leggi le altre testimonianze di adozione a distanza in Etiopia