Alcuni incontri davvero cambiano la vita delle persone.

E per le città del Veneto, dove si possoadottare a distanza RCA coopino incrociare i nostri dialogatori, questo accade tutti i giorni.  Quello tra Irina, una dialogatrice COOPI, e la signora Erica cambierà la vita del piccolo Don de Dieu, un bimbo di 7 mesi  per il quale abbiamo lanciato un appello qualche giorno fa.

Irina le ha parlato della sua storia e la notizia di volerlo sostenere a distanza ci è arrivata proprio da una email della signora Erica che le conferma questa scelta.

Le sue parole ci hanno regalato davvero una grande emozione.

“Buon giorno Irina,

sono finalmente riuscita a visitare con calma la vostra pagina web e sono rimasta veramente impressionata dai tanti progetti che avete in essere e soprattutto dalle storie di tutti quei bambini che necessitano un aiuto da parte nostra!

Non voglio perdere altro tempo perché quei bambini stanno gridando il loro bisogno di aiuto e io come mamma non posso ignorare la loro richiesta  … Mi piacerebbe poter fare qualcosa per ognuno di loro, ma questo ovviamente non è possibile. Vorrei già essere in volo diretta in uno di quei tanti orfanotrofi per andare a coccolare quei poveri bimbi che hanno tanto ma tanto bisogno di affetto, ma ovviamente al momento non mi è possibile perché ho anch’io due bimbi piccoli. Magari un giorno riuscirò assieme alla mia famiglia a partire per questa meravigliosa missione!

Nel frattempo vogliamo renderci partecipi nell’aiuto economico di almeno uno di loro sperando che questo sia sufficiente per  garantirgli un futuro più dignitoso e sicuro.

Mi ha molto colpito la storia di questo piccolo bimbo “ Don de Dieu, “Dono di Dio” è nato 7 mesi fa a Bangui, ma la sua mamma non ce l’ha fatta e suo papà, malato di mente, voleva sbarazzarsene.“  Sono consapevole che,  considerata  la zona geografica in cui vive, sarà impossibile conoscerlo personalmente, ma di certo il nostro piccolo aiuto economico potrà aiutarlo a vivere e magari, qualche nostra lettera e foto dei miei bambini che spero gli giungeranno in futuro, lo possano  aiutare  a sentirsi un pochino parte della nostra famiglia e come tale amato da noi tutti.”

Grazie Erica da parte di tutti noi!