28 marzo 2017

In questi ultimi giorni stiamo seguendo con attenzione quanto sta accadendo in Perù, dove le fortissime piogge e le inondazioni stanno causando feriti e morti tra la popolazione oltre a danni alle abitazioni e ai campi.lurin emergenza nino costero coopi peru

Ma come stanno vivendo i bambini che sosteniamo a distanza questa emergenza?

Max ha realizzato delle visite per verificare personalmente le condizioni dei Centri e riportare le difficoltà che stanno affrontando nello svolgere il proprio lavoro.

HOGAR SAN CAMILO

Westfalia3La sede di Lima non ha riportato danni e non ci sono segnalazioni da parte delle famiglie che frequentano il Centro. I maggiori disagi si presentano nella sede di Huancayo poiché hanno dovuto interrompere per questo mese le analisi di routine previste per tutti coloro che si recavano a Lima una o due volte al mese per eseguirle. Inoltre ci sono difficoltà di approvvigionamento di farmaci che arrivano dalla capitale sempre perchè le strade sono impraticabili.

COMUNIDAD DE NIÑOS LA SAGRADA FAMILIA

Westfalia2Molti dei genitori dei bambini che vivono presso la Sagrada Familia sono artigiani che negli anni si sono stanziati a sud di Lima, vicino al fiume Lurín, a Huachipa. Questa è purtroppo una delle zone più colpite a causa dello straripamento del fiume.

Per questo motivo il Centro si sta occupando di intensificare la produzione di pane e la raccolta di roba da inviare in quelle zone. Stanno anche organizzando una vendita straordinaria per raccogliere fondi extra da inviare.

CIMA

Il Centro CIMA è situato nella zona a sud di Lima, nei pressi del fiume Lurìn, e per questo zona a rischio. Fortunatamente, nonostante l’aumento del volume dell’ acqua, in questa parte non ci sono stati straripamenti. Le attività proseguono con normalità ma sempre con molta attenzione e mantenendo il contatto con le famiglie per accogliere eventuali segnalazioni.Cima5

LA CASA DE PANCHITA

Le famiglie sostenute dalla Casa de Panchita nel distretto di Miraflores vivono lontano dalle aree più a rischio ma i disagi si sentono anche qui. Infatti i camion cisterna che portano l ’acqua stanno passando molto meno frequentemente proprio per i disagi lungo le strade costringendo le famiglie a un piano di razionamento.

WESTFALIA

Questo Centro è circonWestfalia_emergenza nino costero perudato dal fiume Lurìn e per questo motivo le due vie di accesso più dirette sono entrambe impraticabili, impedendo il normale transito dei bambini, che per andare a scuola hanno dovuto cambiare percorso allungandolo di molto.

Inoltre in questi giorni è stato arginato il pozzo vicino alla struttura creando una barriera con delle pietre per renderlo più sicuro.

Continueremo a seguire con attenzione il fenomeno del Niño Costero, ossia un innalzamento spropositato della temperatura delle acque dell’Oceano Pacifico concentrate nella zona costiera peruviana e ecuadoregna. Questo fenomeno appunto comporta forti piogge e tormente che portano inondazioni, cedimenti del terreno e altre manifestazioni meteorologiche associate tra cui forti venti, grandinate, tormente elettriche e nevicate.

COOPI è inoltre presente in diverse regioni del Paese oltre al ditretto di Lima e continua a portare avanti dal 2001 un progetto di prevenzione, mitigazione e gestione dei disastri ambientali.