pozzo_massabenduPer il piccolo villaggio di Massabendu, in Sierra Leone  sono giorni di festa, e anche per noi di COOPI.

Lo scorso 26 maggio qualcosa di straordinario è stato possibile: nonostante le difficoltà legate all’emergenza ebola, grazie alla generosità di Edoardo e Noris è stato inaugurato un pozzo che garantirà acqua pulita a tutta la comunità.

La storia del villaggio Massabendu, situato nella zona del Kono e difficilmente raggiungibile a causa di collegamenti carenti e strade sterrate, è piena di piccoli traguardi raggiunti in diversi anni e oggi più che mai, nella fase di ripresa post ebola, acquistano un valore inestimabile.

Tutto comincia nel 2010 quando grazie al sostegno a distanza  più di 300 bambini del villaggio iniziano a frequentare la scuola con regolarità e nel 2013, grazie al coinvolgimento di Renzo – donatore davvero speciale -, COOPI ha realizzato la ristrutturazione di tutto l’edificio che ora dispone di aule nuove e banchi a sufficienza per tutti gli studenti delle classi primarie e secondarie.

L’emergenza ebola scoppiata nel luglio scorso però ha bloccato le famiglie a casa costringendo i bambini a interrompere le lezioni. Una situazione paralizzante e resa ancora più drammatica dalla mancanza di acqua pulita. Ad oggi infatti l’unica fonte di acqua era data da un piccolo fiume che veniva utilizzato per diversi scopi, tra cui l’igiene personale e il bucato. La comunità continuava a bere acqua sporca contenente elementi fortemente nocivi che sono la causa di diffusione di molte malattie.

Renzo già nel 2013, in occasione del suo viaggio a Massabendu per l’inaugurazione della scuola, era rimasto colpito da questo grande disagio e ha lasciato la comunità con la promessa di trovare i fondi per costruire un pozzo. Il suo impegno è stato straordinario così come quello di Edoardo e Noris, che hanno deciso di compiere un gesto d’amore in memoria del loro caro figlio e di finanziare la costruzione di una pompa d’acqua per i bambini della scuola di Massabendu e al servizio di tutti gli abitanti.

Per molto tempo la comunità ha sofferto la carenza di acqua potabile ma grazie a Renzo, Edoardo e Noris oggi un sogno si avvera” ci dice Joseph, nostro referente in Sierra Leone,  consegnando le chiavi per l’inaugurazione a Maria, coordinatrice dei nostri progetti nel Paese “il pozzo è al servizio della scuola di Massabendu ma anche di tutta la comunità. Sono contenta del lavoro di coordinamento tra COOPI, il costruttore e le autorità e sono sicura che la comunità saprà gestire con responsabilità la manutenzione grazie al fondo che è stato istituito e alla formazione erogata.

Il pozzo è stato inaugurato e i bambini sono diventati i protagonisti  della giornata correndo con bicchieri e secchi verso la pompa divertendosi a riempirli di acqua, finalmente limpida, fresca e pulita.

 

Leggi tutte le testimonianze di adozioni a distanza raccolte in Sierra Leone.