1“Ad Haiti, l’80% delle scuole sono private e per questo circa 375.000 bambini tra i 6 e gli 11 anni non vanno a scuola. Inoltre, solo 2 bambini su 10 arrivano al V anno e ancora meno (solo il 2%) concludono la scuola secondaria.”

Così Yuko, la nostra operatrice ad Haiti, ci informa sulla situazione scolastica nell’isola, dove il tasso di frequenza è bassissimo soprattutto a causa dei costi elevati dell’istruzione.

“Le spese da pagare per l’istruzione dei figli rappresentano un impegno economico troppo elevato per le famiglie – continua Yuko. “Per mandare un figlio a scuola, i genitori devono pagare le tasse scolastiche (che variano a seconda delle classi e coprono i costi per gli esami, per i prodotti per le pulizie e per le riparazioni necessarie della struttura nonché i salari del personale), comprare tutto il materiale necessario, ovvero i libri per ciascuna materia, i quaderni , le penne e i pastelli per colorare. E, per finire, devono trovare il modo di acquistare le uniformi, che sono obbligatorie e ogni bambino deve averne almeno due: una per tutti i giorni e l’altra per le attività sportive.”

Proprio per questo il sostegno a distanza è prezioso: garantisce a tutti i bambini dell’Istituto St Paul Dalmas, con il quale collaboriamo, la possibilità di andare a scuola, di partecipare alle attività ricreative, di essere curati e protetti nelle situazioni di emergenza.

A testimonianza di questo riportiamo la storia di Leanda:

Leanda è una bambina di 9 anni e, con la sua famiglia, ha vissuto direttamente le conseguenze del terremoo che ha colpito l’isola nel gennaio 2010. La famiglia, infatti, è rimasta senza una casa e vive sotto una tenda; inoltre, i genitori hanno perso il lavoro e non riescono a mantenere la figlia. Da quando Leanda è sostenuta a distanza – racconta la mamma – abbiamo tirato un sospiro di sollievo. Infatti, non dobbiamo piu’ preoccuparci di pagare le tasse scolastiche e di tutti i costi che avremmo avuto per mandarla a scuola. Probabilmente, senza questo aiuto non ce l’avremmo fatta e Leanda avrebbe dovuto smettere di andare a scuola. Per questo ringraziamo molto COOPI e i suoi sostenitori.

IL TUO AIUTO E’ PREZIOSO PER L’EDUCAZIONE DI UN BAMBINO, SOSTIENI ANCHE TU UN BAMBINO A DISTANZA.

GRAZIE PER QUELLO CHE POTRAI FARE!