Raffa_saluta_favis

2 dicembre – sorpresa all’asilo del Centro Favis

Con l’emozione ancora forte e con un sorriso che ormai non riesco più a togliere dal mio volto, facciamo una sorpresa ai bambini dell’asilo del FAVIS.

Due classi di circa 20 bambini e due insegnanti pagati grazie al sostegno a distanza.
Partecipiamo alla lezione d’inglese, si parte dall’alfabeto che cominciamo a ripetere tutti insieme: A, B, C…
E poi si sente un coro che proviene dall’altra aula “Raffa, Raffa, RaffaSono gli altri bambini che hanno saputo del nostro arrivo e che iniziano a chiamarmi per potermi conoscere. Corro da loro e non me ne separo più.
Dopo pranzo usciamo in cortile, è il momento dei saluti. È doloroso ma cerchiamo di separarci con il sorriso e, con il linguaggio dei bambini, giocando.
Sono tornata in Italia da qualche giorno, ma parte di me è ancora in Etiopia, dove ho scelto dasilo_favisi adottare a distanza altri due bambini. Ephram mi manca, ma sono contenta che stia bene e che possa continuare a sognare di poter giocare a calcio o …“chissà”.

Leggi dall’inizio il diario di Raffaella