La crisi in Repubblica Centrafricana, iniziata a marzo 2013 non accenna a diminuire.

Lo scorso week end, nuovi episodi di violenza hanno provocato ulteriori morti e feriti sia nella capitale Bangui sia in provincia. Anche la sede di COOPI a Mboiki è stata attaccata e saccheggiata , ma per fortuna non ci sono state vittime tra i nostri operatori.

LobayeAnche i bambini che sosteniamo a distanza stanno bene: i centri e le scuole che frequentano non sono stati coinvolti dagli attacchi delle varie bande armate e i maggiori scontri si sono prodotti in quartieri lontani da quelli in cui abitano i nostri bambini.

Tuttavia, la situazione nel Paese è drammatica e tutta la popolazione ne risente: le maggiori vittime sono , come sempre,   le persone più  vulnerabili che hanno sempre più difficoltà a procurarsi il cibo e a farsi curare.

In tale contesto il sostegno a distanza è uno strumento ancor più fondamentale.

Grazie a tutti voi che sostenete un bambino e che ci scrivete manifestandoci la vostra preoccupazione: il vostro supporto è prezioso per la vita di tanti piccoli.