Quest’anno, come sempre del resto, per il sostegno a disanza ci siamo dati un gran da fare. E’ una responsabilità non da poco quella di trovare nuove adesioni per il sostegno a distanza: è in gioco la vita di centinaia di bambini. Ogni volta che qualcuno aderisce è una gran gioia, perché sappiamo che a un bambino in piu’ saranno garantiti cibo, cure mediche, istruzione e protezione. Ma la sensazione principale è che non sia mai abbastanza.

1Infatti, nei paesi in cui lavoriamo i bambini che hanno bisogno di aiuto sono tantissimi e soprattutto non possono aspettare: essere curati, mangiare in modo adeguato sono esigenze alle quali bisogna rispondere con urgenza. Così come, del resto, anche andare a scuola: un bambino che non puo’ studiare non avrà mai la possibilità di cambiare il proprio destino, rimarrà nella povertà e simile sarà la sorte dei suoi figli. Per questo il sostegno a distanza è fondamentale per la vita di un bambino. Chi fa questa scelta deve essere consapevole di questo suo grande gesto. Per questo ringraziamo tutti i donatori che si sono uniti a noi impegnandosi per i diritti dei bambini. Nel 2009 abbiamo potuto sostenere 1.900 bambini e raccogliere per loro 546.202 euro. Un risultato eccellente che tuttavia deve incrementarsi. Per il 2010 abbiamo grandi aspettative: vogliamo trovare almeno altri 500 donatori che ci permettano di aiutare 500 nuovi bambini. Sono certa che potremo farlo, con il nostro impegno, con le campagne promozionali che faremo nel corso dell’anno e con l’aiuto di tutti coloro che si faranno portavoce dei progetti che COOPI realizza in favore dei bambini del Sud del mondo. Grazie!