Il concorso “Vinci un viaggio, conosci il bambino che sostieni” si è concluso da qualche giorno e presto potremo comunicarvi il nome del vincitore. Quello che oggi possiamo dirvi è che si tratta di una persona davvero speciale e che presto ve la faremo conoscere benEtiopia_bimbae.
Il viaggio che si appresta a compiere prevede un itinerario molto speciale, che toccherà il cuore e l’anima di chi partirà, ma anche di tutti noi che da qui seguiremo i suoi passi: un bambino etiope e la sua “famiglia a distanza” italiana potranno finalmente conoscersi e guardarsi negli occhi!
Ad Addis Abeba potremo anche abbracciare uno ad uno gli oltre 300 bambini che grazie al sostegno a distanza vanno a scuola e ricevono cure e amore.
La capitale dell’Etiopia è sede di tanti musei, è una città piena di cultura e storia; ma è anche una città dove vivono tante famiglie estremamente povere e tantissimi orfani fuggiti da guerre, fame e siccità e ora in cerca di una vita migliore.

È qui che si concentrano gli interventi di COOPI: nei quartieri più periferici e più poveri della città, dove tanti bambini non vanno a scuola perché è un lusso che non si possono permettere, perché il loro obiettivo principale è sopravvivere di giorno in giorno. L’istruzione è invece una priorità di tutti i centri con i quali COOPI collabora: la Scuola dei Piccoli (Favis), l’Associazione Sara Cannizzaro e il Centro San Giuseppe.
Mahlet, la referente dei progetti COOPI in Etiopia sarà la nostra guida e ci accompagnerà il nostro vincitore e tutti noi a visitare i bimbi che grazie al sostegno a distanza e all’impegno quotidiano di chi collabora sul posto possono nutrirsi, vestirsi e frequentare la scuola.Pregustiamo già l’emozione di assistere a una lezione in classe o magari di fare una pausa con loro e condividere il pranzo a base di injera, il loro pane tipico, o di shiro.

Sarà davvero un viaggio fuori dal comune quello del vincitore del concorso e noi lo accompagneremo anche idealmente in tutte le tappe che compirà: attraverso il racconto quotidiano dei suoi percorsi ne condivideremo le emozioni, le sensazioni e i pensieri. E, come sempre accade dopo un viaggio, torneremo tutti un po’ diversi e più consapevoli.
Leggi tutte le testimonianze di adozioni a distanza raccolte in Etiopia